Adsense

Il cervello umano: questa meravigliosa macchina perfetta

Il cervello umano è una meravigliosa e complessa macchina che pesa all’incirca 1200 grammi.

Hai presente la Ferrari che vinceva tutto un paio d’anni fa?

Ecco, il nostro cervello è come quella Ferrari: una macchina perfetta, con delle potenzialità praticamente illimitate.


Pensa che con una piccola dose di carburante, l'ossigeno del sangue e un pò di glucosio, ha la capacità di elaborare circa 30 miliardi d’informazioni il secondo.

L’essere umano conosce tutto del funzionamento degli organi del suo corpo, in realtà, sul cervello non conosciamo molto.


Senza scendere in particolari troppo scientifici (sarei la persona meno adatta), vorrei aiutarti a capire i suoi meccanismi fondamentali per portarti alla consapevolezza di quanto sia importante, anzi fondamentale, in tutti i giorni della nostra vita, di come la diriga e, perché no, di come poter imparare ad utilizzarlo in modo migliore.


Prima di tutto comincio con l’affermare che il cervello è la nostra centrale operativa.Riceve i segnali provenienti dai nostri organi percettori (orecchie, mani, lingua etc. etc.) ed invia i comandi destinati alle varie parti del nostro corpo.


Il nostro cervello è composto di neuroni e fibre nervose.

I NEURONI: sono tanti piccoli ma potenti computer indipendenti. Ognuno di noi ne possiede circa 100 miliardi ed hanno il compito di interpretare le informazioni che riceviamo dagli organi sensori, trasmetterle al cervello e riportare ai vari organi del corpo le istruzioni sul cosa fare.


Ogni NEURONE è un piccolo COMPUTER che agisce indipendentemente ed aggiungo, può comunicare con tutti gli altri NEURONI attraverso uno straordinario reticolo di 160Km (metro più metro meno!) di filo di fibre nervose.
Tu sapevi di possedere 100 MILIARDI DI NEURONI?
Quando ho letto queste cose la prima volta stentavo a crederci. E quando ho saputo che la comunicazione fra i neuroni, ossia la trasmissione della reazione di un neurone ad altri neuroni avviene nello spazio di meno di 20 millisecondi (per darti l'idea circa 10 volte meno di un batter d'occhio!) ero ancora più incredulo.


Capisci con quale meraviglia abbiamo a che fare? Questa straordinaria forza di comunicazione permette, a tutti i 100 miliardi di neuroni, di affrontare il problema nello stesso istante, il che ci permette, per esempio, di riconoscere un viso familiare in meno di un secondo.


Eccitante vero? Ma come funziona veramente? Come fa a riconoscere un viso familiare in meno di un secondo? C'entra qualcosa con le abitudini? Con le emozioni? Con gli stati d'animo?

Molti anni fa Roger Sperry, premio Nobel per i suoi studi sul sistema nervoso, scoprì le seguenti specializzazioni associabili ai due emisferi del cervello:



  1. Emisfero sinistro (detto parlante): razionalità, logica, matematica, linguaggio, memoria breve, ecc;
  2. Emisfero destro (detto silente): emotività, creatività, immaginazione, intuizione, costruzione, memoria lunga, ecc.



Ognuno dei due emisferi svolge dei compiti unici e per questo motivo, possiamo definirli gli specialisti del cervello.


L'emisfero sinistro, essendo quello razionale, è sede del conscio ed elabora le informazioni vitali a breve termine.

L'emisfero destro, invece, è sede dell'inconscio (per definirlo come diceva Freud “è quella parte di cervello che fa cose di cui non mi accorgo”) ed elabora informazioni a medio e lungo termine.

Infine, i due emisferi sono messi in comunicazione dal corpo calloso.


Tutti noi, in misura maggiore o minore, usiamo entrambi gli emisferi, ma alcuni di noi sono più razionali e altri più emotivi. Ma i due emisferi guidano nella stessa proporzione il cervello? No.


Uno studio del 1962 del dott. George Miller dimostrò che il conscio degli esseri umani riesce ad eseguire soltanto da tre a sette operazioni simultaneamente, l'inconscio molte, moltissime di più.
Da tutto questo nasce la formula che vuole il 5% del cervello guidato dalla parte conscia, mentre il 95% dalla parte inconscia.Ti affascina il cervello? Vuoi scoprire qualche cosa di più sulle sue potenzialità? Magari unite alle potenzialità della PNL – Programmazione Neuro-Linguistica?
Uno dei più bei libri che parla sia di PNL sia del cervello umano è quello di Eric de la Parra Paz “Risveglia la Tua Eccellenza”. Negli ultimi tre anni l’ho letto almeno 4/5 volte e posso garantirti che ogni volta scopro qualche cosa di nuovo.


Il linguaggio di Eric è semplice, proprio come piace a me. Inoltre, il libro è pieno di piccoli e semplici esercizi che puoi tranquillamente fare anche Tu.

Leggi il libro di Eric de la Parra Paz. Compralo ora su "Il Giardino dei Libri"


Se desideri approfondire l'argomento lasciami un post, oppure mandami un’email ad info@giancarlofornei.com Buona giornata.


Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale, Scrittore & Mental Coach

Commenti

Luana ha detto…
Great work.
Tiker ha detto…
ti sembrerò un po' pazzo, ma un giorno mi sono chiesto qual'era l'obbiettivo mio e in generale della razza umana, non ne ha trovato nessuno e ho pensato che costruendo un essere più intelligente di me questo avrebbe potuto fare lo stesso e cosi ogni essere ne avrebbe creato uno superiore fino ad arrivare ad un essere che trovi un obiettivo o che dica definitivamente che non ci sia nessun obiettivo.
In conclusione adesso vorrei acquisire conoscenze specifiche e approfondite, proprio libri di scienziati (inizierò col leggere quello che hai proposto) ma hai qualche idea su come io mi possa istruire efficacemente?
grazie mille!!
Giancarlo Fornei ha detto…
caro Tiker, ma giudicato nessuno e non comincerò con te...

mi domandi come puoi istruirti efficacemente? la risposta è semplice: hai a tua disposizione il pozzo senza fine della cultura degli esseri umani, I LIBRI!

Comincia con uno, poi passa al secondo, poi al terzo e così via...

buona lettura
Tiker ha detto…
ho letto il libro. Interessante ma non è quello che cercavo io..
io vorrei qualche libro scientifico che analizzi dall'interno il cervello, non libri psicologici (anche se a un certo punto le due cose si uniscono)
non è che hai qualche titolo da consigliarmi?
Anonimo ha detto…
Volevo semplicemente fare una riflessione su come si possa ancora credere che il cervello umano, questa macchina straordinaria sia frutto dell'evoluzione...è semplicemente da folli!!
Giancarlo Fornei ha detto…
caro anonimo, cosa significa follia? Avere una visione diversa della tua?! Tranquillo, c'è posto per entrambe...